Miele e Sciami di Api, in Versilia: Pietrasanta e Camaiore | Il Polline
16330
page-template-default,page,page-id-16330,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
 

Il Polline

Il Polline di Api

Tra i prodotti apistici che potete trovare presso l’Apicoltura Rossi, vi è il polline d’api , raccolto dai propri alveari collocati in una delle migliori zone nettarifere e pollonifere.ape-polline
Attraverso la trappola raccogli polline, è possibile raccogliere il prodotto salvaguardando l’intera famiglia e garantendo la contemporanea raccolta del miele.
Il polline prodotto dell’Apicoltura Rossi è completamente naturale, senza aggiunta di componenti estranei quali additivi, coloranti e conservanti.

BENEFICI
Oggi sappiamo con sicurezza che il polline rappresenta un alimento dotato di nutrienti di altissimo valore, con specifiche proprietà protettive per l’organismo umano.
Il polline è ricco in amminoacidi, fra i quali tutti i 22 essenziali per l’uomo, acidi grassi polinsaturi, vitamine, antiossidanti, microelementi e per questo è indicato come integratore in diete per soggetti con esigenze nutrizionali specifiche.
A questo proposito si segnala che 15 g di polline, corrispondenti a un cucchiaio da cucina, possono provvedere al fabbisogno giornaliero di amminoacidi liberi.
Allo stesso tempo dimostrazioni scientifiche ne hanno confermato le proprietà protettive in diverse patologie, utile anche per aumentare le difese immunitarie dell’organismo.

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO
Il Polline è l’elemento maschile del fiore: si presenta sotto forma di polvere finissima di colore diverso a seconda dei fiori da cui proviene.
Il Polline viene raccolto dalle api su vari fiori: con le zampette anteriori lo staccano dal fiore e dopo averlo impastato con il miele, se lo appiccicano alle zampette posteriori fino a formare delle palline di una certa grandezza; lo portano nella loro arnia dove serve soprattutto per l’ alimentazione delle giovani larve di ape e per la produzione della pappa reale.

In media ogni ape raccoglie circa 12 milligrammi di polline ogni carico e deve visitare circa 350 fiori in una giornata favorevole può fare fino a 30 viaggi; per cui per raccogliere un kg di polline sono necessari oltre 80.000 viaggi, la visita di circa 28.000.000 di fiori per un totale di 2.700 giornate lavorative e 65.000 km di volo.

Cassetto raccogli polline

Cassetto raccogli polline

Da ciò si può capire l’enorme mole di lavoro che l’ape deve svolgere e l’insostituibile funzione a favore dell’agricoltura, in quanto l’ape andando da un fiore all’altro, consente la fecondazione incrociata dei frutti e delle colture sementiere.
Le api raccolgono il polline nello stesso raggio di raccolta del nettare ed è in questa zona che è possibile notare una maggiore produzione di frutta.
A riguardo è importante ricordare l’essenziale importanza del lavoro delle api infatti Albert Einstein disse: “Se l’ape scomparisse, all’uomo resterebbero quattro anni di vita”.

Valori nutrizionali medi (Contenuto medio per 100g. di polline)
Valore Energetico 285 Kcal – 1195 KJ
Proteine 20g.
Carboidrati 40g.
Grassi 5 g.

IL POLLINE CONTIENE LE SEGUENTI SOSTANZE NUTRITIVE: DETTAGLIO

  1. Proteine: (6-30%) ad alto valore biologico sotto forma di albuminoidi.

  2. Aminoacidi: (15-22%): Leucina (7%), Lisina, Valina (6%), Isoleucina (5%), Arginina, Fenilalanina, Istidina, Triptofano.

  3. Lipidi: (l-l0%) contenenti acidi grassi insaturi e steroli.

  4. Carboidrati: (fino al 50% allo stato secco); zuccheri semplici (4-10%).

  5. Acqua: (12-20%).

  6. Vitamine: Principalmente la vit. C, B3, ac.pantotenico, ac.folico, B2, B l, B6, biotina, B 12,
    Minerali ed oligoelementi (0,5-3%). Soprattutto K, Ca, Mg, Si, P, Mn, Fe, S, Zn.

  7. Enzimi: amilasi, diastasi, deidrogenasi, fosfatasi, saccarasi, invertasi, ecc.

  8. Fattori di crescita: Sostanze ad azione antibiotica: Carotenoidi, Pigmenti, Terpeni, Nucleosidi, Ac. nucleici.

  9. Flavonoidi: (2-2,5%). Significativa la presenza della rutina in grado di potenziare la resistenza delle pareti vascolari, quercetina, miricetina e tra gli agliconi liberi l’acido trans-cinnamico. La presenza di 20 dei 22 aminoacidi utilizzati dall’organismo umano, unita alla significativa consistenza degli aminoacidi ramificati (Leucina, Valina ed lsoleucina), di tutti gli aminoacidi essenziali (compreso I ‘Istidina essenziale nel bambino) e delle proteine ad alto valore biologico, giustificano le proprietà anabolizzanti attribuite al Polline.

Il polline allo stato fresco può contenere da l a lO milioni di fermenti lattici per grammo, fermenti che hanno un benefico effetto sulla flora intestinale. Contiene anche fibre, che contribuiscono a regolarizzare le funzioni intestinali.
Il polline nel nucleo della sua cellula racchiude il segreto della vita: le molecole DNA (acido desossiribonucleico) e RNA (acido ribonucleico) che garantiscono la funzione vitale di tutte le cellule.Grazie a queste sostanze rafforza e nutre l’intero organismo, combatte gli stati di affaticamento psicofisico rivelandosi un ottimo rimedio

capace di produrre un generale miglioramento delle condizioni psicofisiche: incremento della resistenza alla fatica, regolazione delle funzioni metaboliche e un aumento delle capacità cognitive.
Usato dagli atleti per aumentare la resistenza alla fatica e allo sforzo muscolare, trova impiego nell’attività fisica degli sportivi per l’apporto dei carboidrati e lipidi ma soprattutto come fonte di proteine e di aminoacidi essenziali, superiori a quelli della carne, delle uova e del formaggio, che giustificano le proprietà tonificanti date anche dalla presenza di 20 dei 22 aminoacidi utilizzati dall’organismo umano.